Lo zaino

Cosa devi portare per goderti il cammino.


1.Adottare come guida il sito ufficiale del Cammino dei Ribelli: scaricare le tracce gps di ogni tappa sul proprio smartphone e stamparsi la guida testuale, per seguire al meglio l’itinerario ed i punti acqua.

2. Stampare la Credenziale del Ribelle e raccogliere i timbri di chi ospita ad ogni tappa, per poter usufruire della tariffa speciale.

3. Dotarsi di sandali o scarpe da scoglio da usare quando si cammina nel greto o si attraversa il torrente Borbera.

4. Per i volenterosi, dotarsi di cesoie per sfoltire la vegetazione e sacchetto per l’immondizia, due buone pratiche per aiutarci a mantenere al meglio i 130 km di cammino sociale.

5. Nella stagione calda il Borbera offre la splendida opportunità di un bagno rinfrescante: portare costume e asciugamano.

6. Dotarsi di denaro contante, non sono molti i paesi con sportelli bancari e diversi locali in alta valle non consentono il pagamento con carte.

7. Alcuni camminatori consigliano l’uso di uno o due bastoncini da nordic walking come supporto utile durante il cammino, ma anche per scostare eventuali arbusti o ragnatele…

8. Prima di partire, prendere contatto con noi in modo da ricevere supporto personalizzato, aggiornamenti, consigli e anche un pacchetto di contatti delle persone che puoi incontrare durante il cammino per conoscere più a fondo la valle e le sue storie.

9. Lo smartphone è la “mappa” digitale del cammino. Portando con sé un power bank (una batteria di riserva) non si corre il rischio che si scarichi il telefono in mezzo ai sentieri.

10. Portare qualche medicinale di base, soprattutto i famosi cerotti da vesciche, anche perché si incontrano delle farmacie soltanto nelle prime tre tappe.

[pagina in aggiornamento]

Back To Top