Variante: la seconda tappa in versione estiva

Variante: la seconda tappa in versione estiva

Chi ha fatto il Cammino dei Ribelli sa che, nella bella stagione, suggeriamo di sostituire la versione ufficiale della seconda tappa con una “versione all river”, ovvero tutta nel torrente Borbera, da Persi a Pertuso. Ecco perché e come affrontare questa “bonustap”.

E’ una scelta insolita per un cammino proporre al camminatore di transitare nel greto di un torrente. Ma il Borbera è speciale, e imperdibile, e capirete perché.

Solo camminando dentro il suo letto godrete davvero del paesaggio unico delle Strette, un canyon di 4 chilometri costituito da conglomerati di Savignone, nel cui centro scorre creativo il Borbera, ad un’altitudine così bassa da farvi il bagno senza alcun problema. Nelle Strette il torrente che dà il nome alla valle scava pozze limpide e fresche, in cui perdere lo sguardo e lasciarsi andare all’abbraccio pieno di energia vitale di questo fiume.

Seguendo questa tappa alternativa vi troverete a camminare sulle pietre del greto, di medie dimensioni, e ad attraversarne il corso infinite volte, nei punti dove l’acqua arriva alla caviglia o al ginocchio, per passare da una sponda all’altra nel risalirlo.

La seconda tappa versione “all river” vi consentirà, nella stagione calda: di ridurre al minimo il dislivello della tappa ordinaria; di godere del refrigerio del Borbera; di avere tre punti sosta (Boscopiano, esperienza da conoscere, il Pub La Tana e la Locanda Pertuso); di fare soste all’ombra a piacimento, grazie alle rocce del canyon; di non perdervi mai anche se percorrete un’alternativa alla traccia gps; di tornare sulla strada provinciale soprastante (servita da corriere) in caso di necessità.

Per vivere questa esperienza, occorre:

  • che la stagione sia calda, il tempo bello e il torrente a regime ordinario (non in piena o carico delle piogge torrenziali);
  • avere con sé sandali chiusi o scarpe da scoglio da sostituire agli scarponi da trekking, in modo da camminare agilmente sulle pietre del greto e negli attraversamenti del corso;
  • scegliere i punti in cui l’acqua è più bassa e la corrente meno forte, per attraversare il corso ogni volta che la conformazione della sponda lo rende necessario;
  • dal paese di Persi (o di Cerreto Ratti se arrivate da lì) si raggiunge la passerella sul Borbera, e invece di salire sul ponte si entra nel greto, dirigendosi verso monte, dove inizia il canyon;
  • le due soste possibili sono all’altezza di Boscopiano (la salita agevolata da una scala sulla roccia) o all’altezza di Casa Cantoniera (pub), la salita possibile su sentiero.
  • alla confluenza del Rio Avi (vedi traccia gps ufficiale) è possibile abbandonare il greto e salire (con breve tratto EE) sul vicino Sentiero delle Strette che nel bosco raggiunge il ponte di Pertuso.
  • Al ponte ligneo di Pertuso si raggiunge agevolmente la strada provinciale e si prosegue la tappa sulla traccia ufficiale.

Lascia un commento

Back To Top